Agenzia SEO >> Strumenti SEO >> Prezzo >>

Freemium

Strumenti SEO Freemium :

Scopri l’elenco degli strumenti SEO Freemium :

Prezzo

Prezzo
  • Freemium (17)
  • Libero (5)
  • Pagato (5)

Obiettivi

Obiettivi
  • SEO tecnico (22)
  • Ottimizzazione dei contenuti (3)
  • Tracciamento della posizione (2)

Piattaforme

Piattaforme
  • Wordpress (27)
Recherche

Per analizzare i siti web al fine di posizionarli al meglio nelle SERP dei motori di ricerca, vengono utilizzati strumenti SEO. Oltre a strumenti specifici che analizzano in particolare determinati criteri SEO, ne esistono altri in grado di fornire informazioni tecniche.

Tali informazioni riguardano molto spesso parole chiave, nomi di dominio e backlink che sono elementi che costituiscono i pilastri della SEO.

Ad ogni modo, tra questi vari strumenti, alcuni sono gratuiti e soddisfano le esigenze di base dei webmaster e dei professionisti. Altri, non gratuiti, coprono invece tutte le aree delle applicazioni SEO.

Tuttavia, per essere certi della tua scelta di strumenti SEO, puoi considerare di optare per gli strumenti che funzionano secondo il piano freemium.

Nella nostra agenzia, crediamo che se sei consapevole dei vantaggi e degli svantaggi del freemium, starai meglio. Per questo abbiamo sviluppato questa piccola guida sul modello freemium.

Modello freemium: di cosa stiamo parlando?

Dovresti sapere che il termineFreemiumè un anglicismo, vale a dire una parola presa in prestito dalla lingua inglese ma che è usata frequentemente in francese. Più esattamente, questo termine è la combinazione di due parole inglesi che sono:

  • Gratuito e
  • Premio

La prima parola si riferisce alla gratuità mentre la seconda si riferisce ai costi.

Freemium : kesako

Freemium è un approccio commerciale che consiste nell’offrire l’accesso a un servizio senza pagamento in cambio con l’intenzione di attirare un gran numero di utenti per vendergli finalmente una versione a pagamento in un secondo momento.

Concretamente, mira a sedurre i potenziali utenti di un servizio o prodotto attraverso il libero accesso a determinate opzioni.

In questo modo, per beneficiare di un utilizzo illimitato di tutte le opzioni offerte dal servizio o dal prodotto, l’utente dovrà sottoscrivere una soluzione a pagamento. È questa soluzione che si chiama premium.

Si tratta quindi di un modello economico attuato per entrare agevolmente in un mercato. Il modello freemium viene spesso sfruttato dagli sviluppatori di applicazioni o software SaaS.

Questo modello può essere attraente e talvolta di successo sia per le aziende che per i privati, ma resta il fatto che presenta degli svantaggi. Questo è il motivo per cui prima di implementare un tale modello, è necessario impostare una strategia freemium.

Cosa comporta una strategia freemium?

Una strategia freemium è un approccio che si manifesta suddividendo un’offerta in due livelli. Il primo livello è completamente gratuito mentre il secondo è a pagamento e prevede la sottoscrizione di una tariffa.

È un approccio aziendale che si basa sui valori di base delle start-up. Questi sono valori come tecnica, flessibilità, dinamismo e inventiva.

Una strategia freemium sembra quindi essereuna condizione di prezzo che, come detto sopra, stabilisce una relazione tra:

  • offerta libera
  • offrire un premio e
  • utenti

È importante specificare che se l’offerta è gratuita, le tue opzioni sono limitate. Almeno per alcuni elementi del prodotto o servizio in questione. Ecco alcune cose che hanno dei limiti quando si fa un’offerta freemium.

Numero di caratteristiche

Questo è molto spesso notato quando si tratta di strumenti SEO. A volte scopriamo che il loro utilizzo è limitato a poche funzionalità di base.

Caratteristiche 

Questo scenario è spesso visto nei videogiochi. Prima che il giocatore-utente progredisca, deve necessariamente acquistare oggetti. Quindi passare alla modalità premium è l’unico modo per progredire nel gioco.

Convenienza in uso

Questo modello può essere visto nell’uso di determinati strumenti SEO, giochi online o anche durante la navigazione in determinate piattaforme. In effetti, senza un’offerta premium, gli annunci sponsorizzati infastidiscono gli utenti. Cosa li incoraggia a iscriversi.

Volume di archiviazione

Questo caso si osserva nei servizi che riguardano il cloud. Un esempio specifico e ben noto sarebbe Google Drive.

Tecnica di assistenza

Con alcuni sviluppatori di software o applicazioni, per avere un supporto migliore, devi abbonarti alla loro offerta premium. Pertanto, garantisci un notevole follow-up personale, che ti consente di utilizzare al meglio tale software.

Numero di licenze

Ciò si nota nell’uso di determinate applicazioni, suite per ufficio e software installabili direttamente. In effetti, questi programmi possono essere facilmente utilizzati per uso personale.

Tuttavia, per uso aziendale o di gruppo, richiede un abbonamento premium.

In ogni caso, l’implementazione di un modello freemium è una risorsa vantaggiosa per le aziende, soprattutto se si fa riferimento all’obiettivo che si prefigge.

Scopo di un modello freemium

Condurre un gran numero di utenti verso un servizio premium di qualità più completo e coinvolgente è l’obiettivo fondamentale di un modello freemium.

Questo è il motivo per cui molte aziende offrono questo prototipo economico. In realtà, in un tale modello, le spese sono garantite da abbonamenti a pagamento.

Pertanto, affinché i servizi premium finanzino adeguatamente gli usi gratuiti, l’azienda che implementa questa strategia deve raggiungere un certo rapporto tra offerte gratuite e offerte a pagamento. È quindi un sottile atto di bilanciamento.

In caso contrario, ciò può avere conseguenze negative sul loro fatturato. Prima di discuterne adeguatamente, voglio innanzitutto parlare dei vantaggi del modello freemium.

Perché il modello freemium viene sfruttato da alcune aziende?

Alcune aziende sfruttano molto spesso il modello freemium perché all’inizio della sua implementazione sono visibili i vantaggi che offre agli utenti dei loro servizi o prodotti. E i risultati attesi sono piuttosto notevoli.

Già questo modello soddisfa le aspettative degli utenti di Internet che considerano il web come un universo libero. Si tratta di un modello che consente di acquisire facilmente numerosi clienti senza spendere molto.

Di seguito, ho elencato alcuni vantaggi del modello freemium con l’intenzione di darti una reale comprensione di cosa significhi per le aziende sfruttare questo modello.

Alcuni vantaggi di sfruttare il modello Freemium

L’implementazione del piano freemium è un grande vantaggio per alcune aziende quando attribuiscono importanza ai suoi vantaggi. Eccone alcuni.

La facile introduzione al mercato

L’offerta di servizi freemium sul web garantisce un gran numero di contatti grazie a Internet. Inoltre, istituendo un tale modello, alcune aziende si distinguono dalla concorrenza.

Il che è vantaggioso perché quasi tutti i mercati sono saturi. Questo modello è quindi una risorsa da considerare nella tua strategia di marketing.

Gratuito, un modo per incoraggiare

Gratuito rafforza l’uso o se vuoi, essoincoraggiare sperimentazione del servizio o del prodotto.

In realtà, gratuito consente agli utenti di esaminare la qualità della piattaforma che vende detto servizio o detto prodotto e questo senza sottoscrivere un abbonamento.

La maggior parte degli utenti di solito considera una piattaforma costosa se non l’ha mai testata. Questo è del tutto naturale, perché un test è sempre meglio prima di un investimento.

In linea di principio, il modello freemium rimuove gli ostacoli all’acquisto. Pertanto, se il servizio o il prodotto testato dall’utente è all’altezza delle sue aspettative, passerà senza difficoltà alla versione premium.

Notorietà

Grazie al modello Freemium, le aziende tendono ad attrarre una certa categoria di utenti chiamati “early adopters”.

Si tratta di utenti che generalmente apprezzano il valore di un servizio e trovano facile abbonarsi ai piani premium. Intervengono nella notorietà del servizio o del prodotto offerto sulla piattaforma svolgendo il ruolo di ambasciatori.

Fedeli ai servizi delle aziende, gli early adopter introdurranno nuovi lead che potranno aderire rapidamente ai diversi valori e alle offerte che le suddette aziende offrono.

Creatività

Il piano freemium mira anche a convertire i lead. Pertanto, i team delle aziende che offrono questo piano immaginano ogni volta nuove funzionalità.

L’obiettivo di questa sconfinata ricerca di creatività è fidelizzare i clienti e convertire nuovi potenziali clienti. L’offerta freemium attirerà quindi di più se queste funzionalità sono incluse nel suo livello gratuito.

Il modello freemium può avere vantaggi interessanti sia per l’utente che per l’azienda che lo implementa, ma gli svantaggi segnalati di seguito sono comunque da considerare.

Svantaggi del modello freemium

Il modello freemium è un modello economico e come tale presenta alcune carenze che a volte ne ostacolano l’attuazione da parte di alcuni individui. Eccone alcuni.

Modi di comportamento invadenti

Poiché il modello freemium offre un livello gratuito, incentiva gli utenti emergenti che hanno in mente solo il profitto. Questa è una categoria di clienti con una mentalità contraria agli early adopters.

In effetti, non importa quanto tu offra gratuitamente, questa categoria di cosiddetti utenti opportunisti non si iscriverà mai a una formula premium della tua offerta.

Il motivo di questo comportamento è legato al fatto che cercano solo buoni affari e per questo, nonostante i tuoi sforzi, non c’è alcuna possibilità che si iscrivano al parlier a pagamento.

Questo schema condiziona negativamente qualsiasi politica di fidelizzazione poiché questo profilo utente è considerato volatile.

Problemi con il tasso di conversione 

Gli utenti che si iscrivono alle offerte premium sono quelli che solitamente finanziano i servizi offerti dal piano freemium.

Di conseguenza, è complesso per le aziende trovare l’equilibrio e avere un tasso di conversione di qualità in modo che sia fattibile per l’azienda.

Quello che devi capire è che il ROI: Return On Investment è il difetto principale della modalità freemium.

Una cattiva reputazione dell’immagine del marchio

A volte, a causa del livello gratuito di questo modello, alcuni utenti si sentono frustrati con funzionalità che non sono intrinsecamente flessibili. Peggio ancora, c’è l’integrazione di pubblicità che corrompono la qualità dell’esperienza dell’utente.

Questi due noti fattori in modalità freemium lasciano agli utenti una cattiva reputazione per il marchio.

D’altra parte, anche gli utenti premium possono essere sconvolti se le opzioni a pagamento non danno loro un reale valore aggiunto. Questa situazione può portare a recensioni negative che offuscano l’immagine del marchio.

Riuscire facilmente nella tua strategia Freemium: un consiglio importante

Prima che un modello freemium diventi rilevante e redditizio, è importante praticare sane abitudini all’interno di questo quadro.

Ben mirato al mercato

Per indirizzare correttamente il mercato, devi assolutamente considerare il volume di utenti.

In linea di principio, il mercato di riferimento deve necessariamente garantirti un numero abbastanza elevato di abbonati per garantire la redditività del tuo business plan freemium e, viceversa, garantire la sostenibilità del tuo brand.

In questo modo, anche se hai un tasso di conversione basso, la tariffa degli utenti del piano premium riuscirà a coprire il piano gratuito.

Lavora bene sulla tua proposta di valore

Qui, l’obiettivo è trovare un equilibrio eccellente per garantire l’efficienza e la potenzialità della tua strategia freemium. A tal fine, considera di rendere l’opzione gratuita abbastanza attraente con l’intenzione di avere un gran numero di utenti gratuiti.

Detto questo, l’opzione premium deve includere un reale valore percepito per i tuoi clienti target. Cerca di convincerli ad abbonarsi al piano premium per consentirti di rendere efficiente il tuo tasso di conversione.

Il valore in questione legato all’utilizzo della tua piattaforma gioca un ruolo determinante. La tua brand image, infatti, deve essere sviluppata sulla base di un’offerta di qualità e su un approccio di marketing oltre che di comunicazione impattante.

Provoca frustrazione ma con discernimento

Questo può sembrare contraddittorio poiché creare frustrazione influenzerà logicamente negativamente la tua offerta freemium. Ma tutt’altro.

Questo in realtà serve a rendere più efficiente la conversione degli utenti del livello gratuito. Per fare ciò, devi selezionare attentamente le funzionalità riservate al livello a pagamento in modo da creare insoddisfazione tra gli utenti gratuiti con discernimento.

In linea di principio, questo dovrebbe incoraggiarli a sottoscrivere la tua offerta premium poiché proveranno una sensazione di insaziabilità. Per riuscire facilmente, tra le diverse strade da esplorare, emergono dal lotto:

  • Piena o totale accessibilità al prodotto o servizio;
  • Riduzione della pubblicità;
  • Un volume illimitato di caricamenti o connessioni.

Raduna una comunità

La misurabilità della tua offerta, gratuita o a pagamento che sia, dipende infatti dalla tua capacità di far convivere intorno a te i diversi valori del tuo brand.

Che si tratti di valori di condivisione, assistenza o convivialità, federare una community può essere notevolmente vantaggioso per la tua strategia premium.

Ad esempio, WordPress è stato in grado di dare priorità al supporto e alla facilità d’uso scegliendo l’open source. Ciò consente ai suoi utenti di partecipare dinamicamente al miglioramento e quindi alla competitività della soluzione nel tempo.

Dovresti anche sapere che riunire una comunità richiede tempo, ma può essere facilmente ottenuto creando un forum. Forum che deve essere mantenuto con il massimo rigore e diverse interazioni.

Puoi anche aumentare il numero di abbonati sui tuoi social network condividendo regolarmente i tuoi valori, i tuoi consigli o la tua esperienza.

In ogni caso, un impegno reciproco ben eseguito e una buona promozione dei membri della tua federazione li incoraggeranno a diventare veri e propri ambasciatori del tuo marchio.
Un modo piuttosto salutare per pubblicizzare la tua attività perché questa comunità sarà una fonte di proposte per le tue varie offerte.

Sblocca le tue API e offri la tua offerta white label

La sfida qui è rimanere creativi e anticipare le azioni della concorrenza, ma anche aumentare le soluzioni di monetizzazione.

Infatti, nel settore B2B, sbloccare le tue API o una certa parte della formula del tuo prodotto o servizio white label può essere una buona idea. Perché consente:

  • rendere unico il tuo prodotto o servizio in termini di funzionalità e carta grafica per le specifiche esigenze dei clienti B2B.
  • limitare la frammentazione della tua offerta: ad esempio, i dipendenti dello stesso settore possono sottoscrivere gratuitamente la tua offerta tramite un indirizzo di posta elettronica personale, ma per uso professionale.

Infatti, quando apri le API dei tuoi prodotti ai professionisti, riceverai da loro suggerimenti e strategie applicative. Pertanto, migliorerai i tuoi prodotti e servizi, coinvolgendo un nuovo pubblico e quindi potenziali clienti.

Di conseguenza, le tue fonti di reddito aumenteranno e svilupperai allo stesso modo nuovi clienti che fungeranno da intermediari.

Come ho detto prima, il modello freemium è un approccio commerciale ben noto tra gli sviluppatori di software e applicazioni, soprattutto nel settore SEO.

Strumenti SEO Freemium: cosa sono?

Prima di dire cosa sono esattamente gli strumenti SEO freemium, dobbiamo già capire cosa implica il termine “strumenti SEO”.

Si tratta infatti di programmi online o offline che aiutano sia i professionisti SEO che gli editori di siti Web a svolgere il loro compito di ottimizzazione. Questi strumenti generalmente contribuiscono a:

  • analisi del contenuto
  • ricerca di parole chiave
  • l’analisi dei backlink o addirittura
  • l’audit di un sito web nella sua interezza

In linea di principio, questi strumenti ti consentono di sviluppare al meglio le tue strategie di contenuto per posizionare meglio il tuo sito web nelle SERP dei motori di ricerca. Ti consentono di prendere decisioni ragionevoli riguardo ai tuoi diversi comportamenti SEO.

Se l’uso di strumenti SEO implica che i professionisti utilizzino gratuitamente parte delle funzionalità per abbonarsi finalmente a un piano premium, questi sono strumenti SEO freemium.

In effetti, questi ultimi sono proprio strumenti che hanno diverse funzionalità che puoi utilizzare senza pagare. In cambio, non beneficerai della completezza delle funzionalità.

In altre parole, se vuoi sfruttare appieno le funzionalità degli strumenti SEO freemium, devi passare a un piano a pagamento chiamato premium.

Comunque nel mercato SEO, gli strumenti freemium sono i più utilizzati dai professionisti.

Detto questo, trovare il miglior strumento SEO freemium è un altro compito. In effetti, a volte è complicato fare una buona scelta poiché ce ne sono molti.

Ciò significa che anche se a volte l’utilizzo gratuito è perfetto all’inizio, alla fine lo strumento scelto potrebbe non corrispondere alle tue aspettative. Inoltre, ci sono molte volte in cui l’abbonamento al piano premium può essere enorme in termini di budget.

In tal caso, come professionista SEO, devi porsi la domanda su come trovare lo strumento di ottimizzazione freemium giusto per la tua attività.

Quello che devi sapere è che ci sono alcune categorie di strumenti freemium che devi assolutamente considerare nel settore. Te ne parlerò subito dopo.

10 strumenti SEO che utilizzano il modello Freemium

Prima di elencare i miei 10 migliori strumenti SEO che utilizzano il modello freemium, è importante che ti ricordi assolutamente un dettaglio.

Quando si parla di SEO, infatti, sono tanti gli elementi che entrano in gioco, tra questi tanti elementi alcuni sono necessariamente necessari. Come succede :

  • parole chiave
  • Tecniche SEO
  • monitoraggio e analisi dei backlink
  • tracciare la tua posizione nelle SERP.

Reciprocamente, i suddetti elementi richiamano determinate categorie di strumenti. In questa sezione, discuteremo principalmente di questi strumenti.

Strumenti di ricerca per parole chiave Freemium

Come ben sai, uno dei fattori chiave della SEO sembra essere le parole chiave.

Dal rilevamento di parole chiave con un volume di ricerca elevato alla raccolta di previsioni di traffico per parole chiave o meglio di tutto ciò, i seguenti strumenti freemium possono aiutare.

  1. Ubersuggest

https://www.twaino.com/outils/wp-content/uploads/2022/07/UberSuggest-Mise-en-avant-768×509.png 

Ubersuggest è uno strumento di ottimizzazione freemium che si distingue dalla maggior parte con la sua funzione di “analizzatore di parole chiave”. Lo scopo di questa funzione è mostrare le query più pertinenti.

Ciò che lo rende dinamico è che suggerisce idee per contenuti e parole chiave relative ai tuoi diversi temi.

Tuttavia, con il piano gratuito sono consentiti solo tre utilizzi al giorno. Per aumentare il numero di utilizzo, è necessario eseguire l’upgrade al suo piano premium.

  1.  Metriche di testo

https://www.twaino.com/outils/wp-content/uploads/2022/07/Textmetrics-Mise-en-avant-768×509.png 

Questo strumento ti consente di scoprire parole chiave pertinenti per il targeting che puoi facilmente aggiungere ai tuoi contenuti per attirare il coinvolgimento degli utenti di Internet. E viceversa per lavorare al meglio sulla tua visibilità nelle prime pagine dei risultati.

È particolarmente interessante in quanto per ogni parola chiave proposta, Textmetrics presenta metriche chiave per il tuo SEO come il livello di concorrenza o il volume di ricerca.

  1.  Spia Fu

https://www.twaino.com/outils/wp-content/uploads/2022/07/Spy-Fu-Mise-en-avant-768×509.png 

È uno strumento efficace che consente ai professionisti di avere traffico di qualità verso i propri siti Web offrendo suggerimenti di parole chiave specifiche. Inoltre, una semplice ricerca per parola chiave ti dà la possibilità di avere:

  • le parole chiave ad esso associate
  • cronologia delle posizioni per la parola chiave
  • la cronologia degli inserzionisti per questa parola chiave…

Utilizzando il modello freemium, lo strumento Spy Fu offre anche il monitoraggio del posizionamento delle tue parole chiave su diversi motori di ricerca.

Strumenti tecnici SEO freemium

Questo tipo di strumento SEO ti supporta nel monitoraggio delle prestazioni web del tuo sito web. È un insieme di strumenti che influenza il posizionamento del tuo sito nella SERPS. Sono molto importanti se vuoi davvero avere una buona performance SEO.

Questi sono strumenti che ti consentono di vedere cosa vedono i crawler dei motori di ricerca. Intervengono meglio nella manutenzione del tuo sito web, ma soprattutto ti permettono di rilevare, rivedere e ottimizzare i tuoi:

  • irregolarità del meta tag
  • diversi reindirizzamenti
  • collegamenti interrotti e errori di scansione sulle tue pagine web
  • i cosiddetti riferimenti di pagina canonici.

Ecco alcuni strumenti in questa categoria.

  1. Moz

https://www.twaino.com/outils/wp-content/uploads/2022/06/MOZ-Mise-en-avant-768×509.png 

Molto conosciuto nell’ambiente SEO, è una suite SEO all-in-one che fornisce informazioni sui problemi del sito web. Il suo modulo “Panoramica” di analisi del sito ti consente di vedere cosa vede il bot Moz. Pertanto, può sapere se il sito Web presenta problemi come:

  • URL lunghi
  • le varie catene di reindirizzamento
  • contenuto plagiato
  • descrizioni mancanti, se presenti
  • i vari meta tag senza index.

In entrambi i casi, fornisce soluzioni per correggere e migliorare il posizionamento dei siti Web interessati.

  1. Dareboost 

https://www.twaino.com/outils/wp-content/uploads/2022/06/Dare-Boost-Mise-en-avant-768×509.png 

Questo strumento freemium è anche un all-in-one che è coinvolto nella valutazione delle prestazioni dei siti Web grazie ai viaggi degli utenti e al monitoraggio sintetico delle varie pagine Web.

Quest’ultimo propone dopo l’analisi di un sito web un elenco dei difetti riscontrati da detto sito. Ma come tutti gli altri strumenti di questa categoria, offre una serie di azioni da eseguire per risolvere i vari problemi.

  1. Yost SEO 

https://www.twaino.com/outils/wp-content/uploads/2022/06/Yoast-SEO-Mise-en-avant-768×509.png 

Indispensabile nella community di WordPress e nel mondo della SEO, questo plugin ti consente di referenziare meglio il contenuto delle tue pagine web per l’ottimizzazione offrendoti regolarmente suggerimenti quando scrivi.

Ha molte altre funzionalità che possono aiutare il tuo sito web a posizionarsi rapidamente e facilmente.

Strumenti di monitoraggio e analisi del backlink Freemium

I backlink come sai sono URL che provengono da altri siti web e puntano al tuo. Questi ultimi sono elementi che intervengono efficacemente nella tua SEO off-page.

Avere un’idea dello stato di questi backlink non può quindi che essere vantaggioso per te e per il tuo sito web. In linea di principio, dovresti essere in grado di definire se questi backlink sono rilevanti o meno per il tuo sito web.

Ecco perché l’utilizzo di questa categoria di strumenti ti orienta meglio in:

  • monitorare i backlink del tuo sito web
  • l’analisi dei robusti collegamenti che reindirizzano al tuo sito web
  • analisi della concorrenza
  • identificare ed eliminare i backlink scadenti
  • controllando il rapporto di distribuzione dei link…

Gli strumenti freemium in questa categoria che offro sono i seguenti:

  1. Analizzatore di backlink Majestic

 

È uno strumento freemium che esegue la scansione del tuo sito Web per presentare metriche che classifica in diverse categorie. Più precisamente, è un plugin che fornisce automaticamente una panoramica del numero di backlink e del numero di domini collegati all’URL.

  1. Ahrefs

https://www.twaino.com/outils/wp-content/uploads/2022/06/Ahrefs-Mise-en-avant-768×509.png 

Ampiamente utilizzato dai professionisti SEO, è uno strumento che ti fornisce informazioni che puoi utilizzare per migliorare le prestazioni del tuo sito web. Pertanto, il suo utilizzo garantisce che il sito Web sia facilmente visibile ai motori di ricerca.

Ha diverse caratteristiche come:

  • la ricerca di parole chiave pertinenti per scrivere i tuoi contenuti
  • analisi competitiva
  • alla ricerca di back link
  • monitorare il tuo sito web

È quindi uno strumento freemium all-in-one che può supportarti in quasi tutto il tuo SEO.

Strumenti di tracciamento del rango Freemium

Questa è la categoria di strumenti che meglio contribuisce alla posizione del tuo sito web. In poche parole, questi sono strumenti che si prendono cura della salute del tuo sito web.

Questi ti guidano nei vari processi decisionali in termini di strategia SEO. Sono quindi fondamentali se vuoi importi nelle SERP. Generalmente consentono di:

  • seguire il posizionamento del tuo sito web rispetto a quello degli altri
  • misurare le impressioni e le percentuali di clic medie degli utenti
  • controlla il posizionamento delle parole chiave per le piattaforme desktop
  • individuare le parole chiave con il rendimento migliore da quelle con il rendimento peggiore

Comprendere i diversi problemi della SERP e delle parole chiave è un modo per avere un posto eccellente nelle classifiche dei motori di ricerca. Ecco due strumenti freemium che possono aiutarti.

  1. Serpfox

https://www.twaino.com/outils/wp-content/uploads/2022/08/SerpFox-Mise-en-avant-768×509.png 

Questo strumento molto utile si occupa di tracciare la posizione dei ranghi nei motori di ricerca. Questa è una piattaforma che scansiona efficacemente i risultati di ricerca per mostrarti dove si posiziona il tuo sito web per ogni parola chiave scelta.

Presenta i dati in modo chiaro con l’obiettivo di rendere molto semplice il monitoraggio della tua posizione. È per questo motivo che anche se sei un principiante in SEO, puoi usarlo facilmente.

  1. SERPWoo

https://www.twaino.com/outils/wp-content/uploads/2022/08/SERPWoo-Mise-en-avant-768×509.png 

Questo strumento ha la capacità di analizzare tutti i siti web visibili nelle SERP. In questo modo potrai conoscere il motivo per cui questi diversi siti sono posizionati nelle SERP.

Con SERPWoo, non solo puoi tracciare correttamente la tua posizione, ma puoi anche analizzare i siti Web concorrenti.

In sintesi

Gli strumenti SEO sono necessari nelle varie attività di ottimizzazione dei siti Web per i motori di ricerca. Hanno diverse funzionalità avanzate che possono permetterti di studiare tutti i fattori coinvolti nel posizionamento di un sito web.

Meglio, migliorano efficacemente le tue diverse strategie SEO. Mentre alcuni strumenti sono gratuiti, altri sono a pagamento. Tuttavia, sia il free che il premium non garantiscono sempre l’efficacia dello strumento in questione.

È per questo motivo che gli strumenti SEO più vantaggiosi sono quelli che utilizzano il modello freemium.

Un modello di business che consente ai professionisti di utilizzare gratuitamente alcune funzionalità fondamentali. Detto questo, per beneficiare di tutte le funzionalità, devono necessariamente sottoscrivere un piano premium.